Seminario Il peso delle parole nel fine vita. 23 febbraio 2019 – Teatro San Marco

Trento, 23 febbraio 2019  –  14.30-18.30

Teatro San Marco – Via S. Bernardino 8  TRENTO

La gestione del fine vita – per la persona malata, i suoi familiari, gli operatori sanitari e quelli dell’informazione – è complessa e delicatissima.

Nella nostra cultura è ancora molto forte la difficoltà a pensare e parlare della morte; si tratta, in effetti, di “maneggiare” tabù, preconcetti e pregiudizi in cui tutti siamo ancora immersi, a partire dagli operatori sanitari per finire ai malati ed alle loro famiglie nonché ai media.

Inevitabilmente questo tipo di cultura fa sì che la formazione degli operatori sanitari, e anche di tutti gli altri soggetti coinvolti, sia molto più complessa e rende inoltre più difficile il lavoro di tutti i giorni in questo peculiare ambito. In effetti lavorare con il fine-vita e confrontarsi quotidianamente con il tema della morte richiede non solo preparazione ed esperienza, ma anche adeguate energie ed attitudini che aiutino a perseguire quel rapporto di fiducia che sta alla base dell’alleanza terapeutica fra paziente ed équipe di cura e senza il quale non è possibile accompagnare il paziente nel percorso di cura e sollievo dalla sofferenza nell’ultima e più impegnativa fase della vita.

Le “mancanze” in questo ambito sono condivise fra diverse figure: da una parte i professionisti sanitari difettano a volte della capacità di comunicare al paziente e ai familiari la realtà della condizione di fine vita e, conseguentemente, della competenza nel guidare il paziente nella scelta dei trattamenti disponibili per limitarne la sofferenza. Da un’altra parte i media, a partire dalle fiction, tendono a rappresentare un quadro non veritiero della condizione di fine vita, riproducendo situazioni estreme, che raramente accadono nelle situazioni di fine vita, quali il ricorso a pratiche di rianimazione sempre e comunque nel tentativo di prolungare una vita ormai al suo termine naturale; altre volte invece gli ultimi giorni di vita sono rappresentati sempre e comunque in ospedale, spesso in ambito di cure intensive.

Queste “mancanze” vanno di pari passo con la cultura diffusa del nostro tempo che tende a negare la morte e, quando questa accade, deve essere “nascosta” in un reparto ospedaliero, procrastinata il più possibile ricorrendo a tecniche mediche talvolta anche invasive e trascurando, invece, la possibilità, certamente più umana, di “lasciare andare”, nell’accettazione dell’inevitabile fine della vita.

Se a tutto questo si aggiunge la ancora scarsa conoscenza diffusa delle cure palliative e della filosofia “di vita” – e non di attesa della morte – che le ha fatte nascere, si capisce come ci sia parsa una priorità l’idea di un seminario rivolto agli “attori” principali di questo scenario, quindi anche ai media, così importanti nella costruzione dell’immaginario della popolazione, proponendo un momento di formazione ma, soprattutto, di riflessione condivisa.

In questo lavoro di confronto, un punto non trascurabile sembra essere quello di arrivare a condividere, sui temi del fine vita, un lessico “obiettivo”, veritiero ma anche rispettoso di chi sta attraversando il delicato momento del fine-vita, e che aiuti tutti, cittadini compresi, ad orientare coerentemente il proprio pensiero alla realtà dei fatti.

Scarica programma completo IL PESO DELLE PAROLE NEL FINE VITA

INFORMAZIONI GENERALI

Sede: Teatro San Marco, via S. Bernardino, 8 – TRENTO

Quote: il seminario è gratuito

Crediti ECM (educazione continua in medicina): riconosciuti 3 crediti. accreditato per: medici, psicologi, infermieri, fisioterapisti, educatori professionali. Aperto agli OSS che lavorano in cure palliative.

Crediti formativi per dipenenti: al convegno sarà accreditato anche per la figura professionale del giornalista, a cura dell’Ordine regionale dei giornalisti

ISCRIZIONI

Giornalisti: piattaforma SIGEF

Professionisti sanitari: portale E.C.M. Trento, www.ecmtrento.it

Con il patrocinio di :

 

Società Italiana di Cure Palliative – SICP

Patrocinio SICP n. 1 del  14/01/2019

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *