, ,

Esploriamo! Perché la vita è sempre un’avventura.

IL GIRO D’ITALIA DELLE CURE PALLIATIVE PEDIATRICHE FA TAPPA A TRENTO 

Sabato 18 maggio 2024, MUSE Museo delle Scienze, dalle 14

Il museo dalle 14 sarà a ingresso libero su prenotazione.

Attività a fruizione libera o su prenotazione, dove indicato

In caso di pioggia, alcune attività potrebbero essere annullate

 

Sabato 18 maggio 2024, con il titolo: “Esploriamo! Perché la vita è sempre un’avventura. Insieme per le Cure palliative pediatriche” fa tappa a Trento il 3° Giro d’Italia delle Cure Palliative Pediatriche organizzato da Fondazione Hospice Trentino OnlusAssociazione Campo Base Adventure therapy Onlus e l’équipe delle Cure palliative pediatriche in collaborazione con il MUSE.

A partire dalle 14 sarà possibile entrare gratuitamente al museo dove, sia all’interno che nel parco antistante, si potrà partecipare a un ricco programma di attività che prevedono scavi archeologici, laboratori creativi, visite a tema, science show e spettacoli circensi, oltre alla tavola rotonda “Ciascuno a suo nodo, insieme siamo rete”.

 

Il Giro d’Italia delle CPP è promosso, a livello nazionale, da Fondazione Maruzza Onlus e dalla Rete informale “Innamorati delle cure palliative pediatriche”. L’obiettivo principale della manifestazione è quello di promuovere la conoscenza delle Cure Palliative Pediatriche (CPP) presso la cittadinanza e sensibilizzare i professionisti sociosanitari e le istituzioni sul tema. Il filo conduttore delle manifestazioni 2024 sarà quello relativo alla “rete di cure palliative pediatriche”, al fine di fornire corrette informazioni sul funzionamento, nodi e ruoli di tutti i soggetti coinvolti nel fornire risposte ai bisogni delle bambine, dei bambini e delle loro famiglie.

Programma

Le attività inizieranno alle ore 14, si svolgeranno sia all’interno che all’esterno del museo e saranno organizzate in parte dagli esperti MUSE e in parte dai volontari delle varie associazioni che fanno parte della rete di CPP coordinati da Associazione Campo Base.

Alle ore 16.30 nella sala conferenze si terrà la tavola rotonda “Ciascuno a suo nodo, insieme siamo rete” moderata da Enzo Passero, che vedrà confrontarsi i rappresentanti delle principali istituzioni della Rete CPP.

L’evento rappresenta inoltre l’occasione per condividere le finalità dell’Hospice Pediatrico quale nodo fondamentale di una Rete che deve garantire risposte sanitarie complesse in ambienti che richiamino la dimensione di casa, ma anche, e soprattutto, possibilità di sollievo ai minori e alle famiglie che convivono con malattie inguaribili.

Il pomeriggio si concluderà con lo spettacolo della Scuola di circo Bolla di Sapone. 

Programma completo:  https://www.muse.it/eventi/esploriamo-perche-la-vita-e-sempre-unavventura-2024/

La manifestazione è patrocinata da APSS. Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, Provincia Autonoma di Trento, Comune di Trento e si svolge con il sostegno della Circoscrizione San Giuseppe e Santa Chiara e di ITASolidale.

 

***

https://www.fondazionemaruzza.org/

https://www.associazionecampobase.org/

,

RICERCA DI PERSONALE: DIRETTORE

Datore di lavoro: Fondazione Hospice Trentino Onlus

Gli ambiti di attività di Fondazione, in coerenza con gli scopi statutari sono:

  • La gestione diretta di Casa Hospice Cima Verde a Trento, aperta nel gennaio 2017, con l’obiettivo di accogliere e dare assistenza e cura a persone con malattie non più guaribili e ai loro familiari. È gestita secondo i principi di corretta attuazione delle linee guida; costante monitoraggio del livello di soddisfacimento delle necessità degli ospiti e dei loro familiari; controllo dell’equilibrio finanziario;
  • Informare e diffondere la cultura delle Cure palliative come un diritto della persona;
  • Promuovere e organizzare corsi di formazione e tirocini in materia di Cure palliative e in progetti di ricerca, anche in partnership con Associazioni, Enti e Istituti;
  • Cercare e coltivare collaborazioni, su singole iniziative o su progetti più articolati, con associazioni, istituzioni, enti, aziende, sia sul territorio provinciale che nazionale;
  • Promuovere la cultura del volontariato come risorsa e opportunità culturale per chi ne riceve i frutti ma anche per chi lo pratica;
  • Raccogliere fondi per sostenere attività e progetti, nell’ambito delle cure palliative e della dignità del fine vita, proposti da noi o da altri enti e associazioni. Donazioni, 5 per mille, lasciti testamentari.

Figura ricercata: Direttore

Scopo del ruolo: Direzione di Casa Hospice Cima Verde

Mansioni:

  • attività gestionale e amministrativa;
  • gestione e organizzazione delle risorse umane e strumentali per il raggiungimento degli obiettivi fissati dal CdA;
  • creazione delle condizioni organizzative per facilitare e consentire la promozione ed il supporto ad attività valutative e di miglioramento continuo dei processi assistenziali;
  • è responsabile della correttezza amministrativa, dell’efficienza ed efficacia della gestione, della definizione ed attuazione dei programmi di miglioramento continuo della qualità;
  • adempie agli obblighi prescritti dalla legge in tema di sicurezza sul lavoro, salute dei lavoratori, trattamento dei dati (privacy), igiene e sanità, smaltimento rifiuti, confezionamento e somministrazione pasti
  • dà esecuzione, in accordo con il Presidente, alle delibere del Consiglio di Amministrazione
  • riferisce periodicamente al CdA sull’andamento economico gestionale;
  • si rapporta con i familiari degli ospiti o con i pazienti stessi in relazione al funzionamento di Casa Hospice Cima Verde;
  • cura i rapporti con l’Associazione Amici di Fondazione Hospice Trentino Onlus e dà attuazione a quanto previsto dalla convenzione in essere;
  • cura i rapporti con i donatori, promuove e sostiene le iniziative di raccolta fondi.

Competenze:

  • Conoscenza e utilizzo dei pacchetti informatici di base e avanzati;
  • Controllo di gestione.

Abilità:

  • Buone capacità di relazione;
  • Precisione e accuratezza;
  • Autonomia e assunzione di responsabilità per le mansioni affidate;
  • Buone capacità comunicative;
  • Spirito di iniziativa e flessibilità. 

Titolo di studio: laurea.

Esperienza: responsabilità e/o direzione nel settore terziario.

Tipologia di contratto offerto:

Tempo pieno

CCNL Cooperative sociali

Per inviare la propria candidatura scrivere a: info@fondazionehospicetn.it

Termine per l’invio delle candidature: 14 gennaio 2023.    

 

 

 

 

,

Premio Tiziano Pedrotti 2^ edizione per tesi infermieristiche di interesse in Cure palliative

Fondazione Hospice Trentino Onlus ha istituito un concorso del valore di € 1.000 ad una tesi di laurea in infermieristica triennale su argomenti di interesse delle cure palliative. Obiettivo di Fondazione è stimolare la ricerca e promuovere la cultura delle cure palliative rivolte alle persone che possono beneficiarne, al loro domicilio o in strutture residenziali, secondo quanto stabilito dalla legge 38/10 che include molti ambiti di cronicità.

Il bando, che ha avuto il patrocinio della Società Italiana di Cure Palliative, dell’Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri di Trento e dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Trento è aperto ai laureati dell’Università degli Studi di Verona – poli di Trento e Bolzano.

Le domande dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2024 all’indirizzo fondazionehospicetn@pec.tn.it .

 

 

Per informazioni:

Fondazione Hospice Trentino Onlus: info@fondazionehospicetn.it

,

Premio Ada Magda Vergine 3° edizione

Fondazione Hospice Trentino Onlus ha istituito un concorso del valore di € 1.000 per tesi di laurea in Medicina e Chirurgia su argomenti di interesse delle cure palliative. Obiettivo di Fondazione è stimolare la ricerca e promuovere la cultura delle cure palliative rivolte alle persone che possono beneficiarne, al loro domicilio o in strutture residenziali, secondo quanto stabilito dalla legge 38/10 che include molti ambiti di cronicità.

Il bando, che ha avuto il patrocinio della Società Italiana di Cure Palliative, dell’Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri di Trento e dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Trento è aperto ai laureati di tutti gli Atenei d’Italia.

Le domande dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2024 all’indirizzo fondazionehospicetn@pec.tn.it

 

Per informazioni:

Fondazione Hospice Trentino Onlus: info@fondazionehospicetn.it

,

SPETTACOLO DI BENEFICENZA “GIRO DI VITA”

Dal 29 Luglio al 6 Agosto 2023 si terrà il consueto festival musicale di Castellano, Castelfolk Festival, all’interno del quale trova spazio l’evento di beneficenza a favore di Fondazione Hospice Trentino Onlus, uno spettacolo di musica, teatro e danza presentato dalla compagnia di teatro e danza Kinesfera e l’orchestra Euthaleia.

Domenica 6 agosto alle ore 17.00 Castelfolk presenta lo spettacolo “Giro di vita”, creato dalla compagnia amatoriale Kinesfera in collaborazione con l’orchestra Euthaleia a sostegno della Fondazione Hospice Trentino Onlus. 

Lo spettacolo rappresenta un viaggio all’interno della realtà delle cure palliative e del fine vita. Nasce dalle emozioni e dai vissuti narrati dagli ospiti, dai parenti e dagli operatori di Casa Hospice “Cima Verde” che testimoniano il percorso di accompagnamento al fine vita e l’importanza di dare dignità alla vita che rimane.

Attraverso l’arte i performer vogliono accompagnare il pubblico a conoscere l’anima di questa realtà.

Accoglienza, tempo, nostalgia, dignità gli elementi che verranno rappresentati, elementi che nel contesto del fine vita assumono un valore particolare e vengono vissuti nella loro interezza.

 

L’idea di presentare uno spettacolo per sensibilizzare questo tema arriva da Daniele Miorandi, studente in infermieristica e operatore socio sanitario, nonché componente del direttivo di Castelfolk. La sua proposta è inserire un argomento molto forte che spesso viene considerato un “tabù” dalla società, all’interno del Festival, che quest’anno tratterà il tema dell’Etica.

“La mia esperienza di operatore socio sanitario”, racconta Miorandi, “mi ha portato spesso a stretto contatto con il fine vita e le cure palliative. Nel periodo della pandemia poi sono stato testimone di eventi dove le persone se ne andavano da sole, senza che nessuno gli tenesse la mano o stesse al loro fianco. Da qui è nata la mia riflessione sull’importanza che il rapporto umano riveste alla fine del proprio viaggio.” 

“Attraverso la danza” spiega poi Marta Cassol, regista e ideatrice dello spettacolo, ”vogliamo sensibilizzare e far conoscere allo spettatore la realtà di Casa Hospice ”Cima verde”, vogliamo trasmettere la sensazione che nasce nel petto quando si entra nella struttura, l’emozione che si vede sul volto degli operatori quando raccontano il loro lavoro, la gratitudine che traspare dalle testimonianze scritte degli utenti passati per questo luogo e la bellezza garbata e curata che si respira quando si varcano le porte della struttura”.

Sarà proprio la voce narrante di un operatrice socio sanitaria della struttura, Lucia Poli, già cantante del duo Eroma, a guidarci in quest’esperienza.

Per maggiori informazioni e indicazioni per assistere allo spettacolo di domenica 6 agosto alle ore 17.00 presso il Parco delle Leggende di Castellano si può fare riferimento al link:

https://castelfolk.it

per chi volesse conoscere e sostenere Fondazione Hospice Trentino Onlus si può consultare il seguente link: 

https://www.fondazionehospicetn.it/come-sostenerci-1/

, , ,

PREMIAZIONI TESI VINCITRICI PREMIO ADA MAGDA VERGINE E PREMIO FONDAZIONE HOSPICE TRENTINO ONLUS

Il 20 aprile 2023 è stato per Fondazione Hospice Trentino un giorno di festa. In quella data infatti sono stati conferiti i premi ai vincitori della seconda edizione del Premio Ada Magda Vergine per la miglior tesi di Medicina e Chirurgia e della prima edizione del Premio fondazione Hospice Trentino Onlus per la miglior tesi di Scienze infermieristiche su temi inerenti le cure palliative. È stata inoltre annunciata l’istituzione di un terzo premio, intitolato alla prima presidente di Fondazione Francesca Paris Kirchner, per il miglior elaborato presentato da Operatori sociosanitari. In questo modo si completa il senso di un’iniziativa che vuol essere ad un tempo di riconoscimento e di stimolo per le tre figure sanitarie che quotidianamente operano nelle strutture dedicate a questo importante settore di attività: i medici, gli infermieri e gli OSS.
La partecipazione ai bandi di quest’anno ha registrato un aumento del numero di tesi presentate e l’alto livello qualitativo dei lavori ha consentito di conferire, accanto al premio ai vincitori, anche una speciale menzione per altre due tesi.
Entrando nel merito, tra i medici ha vinto la dott.ssa Elisa Sambruna con una tesi su ”Cure palliative precoci e simultanee in oncoematologia” discussa presso l’Università degli Studi di Milano con i proff.i Francesco Onida e Camilla Lucherini ed è stata dichiarata una menzione speciale per la tesi del dott. Marco Del Monte su “La dispnea tra oggettività e soggettività. Studio osservazionale in un reparto di Medicina Interna” discussa presso l’Università degli Studi di Trieste con i proff.i Raffaella Antonione e Oscar Corli.
Tra gli infermieri ha vinto la dott.ssa Erica Tacci dell’Università degli Studi di Verona, sede di Bolzano con una tesi su “Impatto della dispnea sulla persona in fase avanzata di malattia e sul suo caregiver familiare a domicilio: analisi critica di un articolo scientifico” discussa con le dott.sse Ossanna Lia e Vanzo Anna, mentre una menzione speciale è stata data alla dott.ssa Giorgia Ciaghi dell’Università di Verona sede di Trento per la tesi su “Le percezioni dell’ossigenoterapia a scopo palliativo per il trattamento della dispnea terminale” discussa con le dott.sse Marika Bolza e Lorenza Fedrizzi.
Tutte le tesi presentate, quattro per i medici e quattro per le infermiere saranno ospitate in forma di abstract sulla Rivista Italiana di Cure Palliative, organo ufficiale della SICP.

Dispositivi di premiazione

PREMIO ADA MAGDA VERGINE 2^ EDIZIONE

DOTTORESSA ELISA SAMBRUNA – vincitrice

Ottima tesi, molto ben strutturata, che analizza gli aspetti centrali dell’ampio campo delle Cure Palliative. in particolare delle cure palliative simultanee nell’ambito onco-ematologico, ancora tutt’altro che consolidate nella realtà italiana. Il lavoro considera l’organizzazione complessiva dei percorsi dei pazienti tra i diversi servizi (domicilio, oncoematologia, hospice),  la promozione di cure palliative precoci e simultanee, anche attraverso il sostegno del volontariato per la sensibilizzazione sociale verso questo aspetto della cura. Questo contributo può servire ad aumentare la conoscenza dell’appropriatezza di un invio precoce e aumentare la consapevolezza della necessità di integrazione, anche in compresenza, tra specialisti ematologi e palliativisti.

DOTTOR MARCO DEL MONTE – menzione speciale

Il lavoro è centrato sul sintomo dispnea, tra i più presenti e importanti nel campo delle cure palliative. ne viene sottolineata la sua multidimensionalità, ponendo attenzione anche alle complesse componenti sociali, psicologiche emotive e affettive. Ottima l’impostazione metodologica e statistica della ricerca fatta. Il lavoro può dare buoni spunti per una valutazione globale nella pratica clinica in cure palliative e la valutazione del vissuto dei malati, anche con ampliamento delle possibilità di trattamento.

PREMIO FONDAZIONE HOSPICE TRENTINO ONLUS 

DOTTORESSA ERICA TACCI  – vincitrice

Ottimo lavoro di approfondimento della sofferenza generata da un sintomo frequente in cure palliative e dell’impatto psicologico su familiari e operatori. Sono considerate tutte le dimensioni della cura in modalità palliativa, compresa l’attenzione all’impatto ed al ruolo dell’équipe. Le implicazioni per la pratica sono presenti nella prospettiva multidimensionale e multidisciplinare. Un lavoro ben fatto che, partendo dall’analisi di un articolo di letteratura  e da interviste agli operatori del setting domiciliare, offre spunti di riflessione sull’importanza della valutazione di un sintomo e sulle strategie complessive di approccio.

DOTTORESSA GIORGIA CIACHI – menzione speciale

L’analisi della review mette in evidenza come il tema sia ancora controverso a causa degli aspetti non solo clinici, ma anche psicologici e assistenziali che l’uso dell’ossigeno comporta. Le implicazioni per la pratica sono presenti con grande attenzione per i desideri e le percezioni della qualità di vita della persona malata e dei suoi familiari. Interessante il confronto tra la realtà ospedaliera e quella dell’hospice sull’utilizzo dell’ossigenoterapia e nella gestione della dispnea.

 

,

Cena di Gala “Un ponte di musica” 22 agosto 2022

E’ con grande piacere che Vi invitiamo alla Cena di Gala “Un ponte di musica”, a sostegno dell’attività di Musicoterapia nelle Cure Palliative che si terrà lunedì 22 agosto 2022 alle ore 20 presso il Ponte Lodovico di San Donà di Trento*, organizzata in collaborazione con APSP Margherita Grazioli,  Comitato di quartiere di San Donà e Associazione Amici della Fondazione Hospice.

Il ricavato dell’iniziativa andrà a sostenere l’attività di Musicoterapia nelle Cure Palliative a Casa Hospice Cima Verde, nella RSA Margherita Grazioli di Povo e nelle Cure Palliative domiciliari. I posti disponibili sono limitati e  saranno assegnati in ordine cronologico di prenotazione da effettuare al seguente link: https://forms.gle/MijoC1Bo61LUKjz3A.

Per la cena è richiesto un contributo minimo di € 50 a persona, da versare entro il 16 agosto sul c/c dedicato intestato a Fondazione Hospice Trentino Onlus IT40P0830401801000000384959 con causale: Cena di Gala Musicoterapia. Seguirà conferma di avvenuta prenotazione.

Il Menù sarà curato dallo Chef stellato Vinicio Tenni e la serata sarà accompagnata da interventi musicali.

Si consiglia di fruire del parcheggio gentilmente concesso per la serata dalla Pizzeria Korallo sito in via Venezia.

Per qualsiasi altra informazione potete contattare il Direttore Stefano Bertoldi, referente dell’iniziativa, all’indirizzo email  direttore@fondazionehospicetn.it.

Confidando nella Vostra generosa partecipazione, porgo cordiali saluti

La Presidente

Laura Froner

,

GIOCA, PEDALA E DIVERTITI per le Cure Palliative Pediatriche

Domenica 19 giugno 2022 si svolgerà la Tappa Trentina del Giro d’Italia “Gioca, pedala, divertiti per le Cure Palliative Pediatriche” organizzata da Fondazione Hospice Trentino Onlus, Rete di Cure Palliative Pediatriche di APSS, Associazione Campo Base Onlus Adventure Therapy e Uisp Comitato Trentino, che si terrà a Trento, presso le Scuole Crispi, Via San Giovanni Bosco 4, dalle ore 17 in poi.

Obiettivi della campagna di comunicazione nazionale e dell’evento sono:

  • la promozione della conoscenza delle Cure Palliative Pediatriche (CPP) presso la cittadinanza, sfatando miti e leggende che interferiscono con la richiesta di cura e di accesso ai servizi;
  • la sensibilizzazione dei vertici delle istituzioni di governo e sanitarie, e dei decisori rispetto alle conoscenze di base sulle CPP e al ruolo chiave delle CPP nei percorsi spesso faticosi ed accidentati delle famiglie di minori con malattie croniche, inguaribili e “life-threatening”.

Vi chiediamo di contribuire al successo dell’evento  diffondendo il programma a chi lo riterrete opportuno, partecipando numerosi all’evento e sottoscrivendo il Manifesto nazionale di sostegno alle Cure Palliative Pediatriche collegandovi al seguente link https://www.girocurepalliativepediatriche.it/.

 

, ,

Registrazione incontro VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ IN CURE PALLIATIVE. ESPERIENZE A CONFRONTO

Si è svolto il giorno 3 dicembre l’incontro il consegno VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ IN CURE PALLIATIVE. ESPERIENZE A CONFRONTO.

E’ stata una giornata ricca di informazioni e confronti, di cui vi lasciamo la registrazione della seconda parte  “Cure palliative e qualità dell’assistenza. Incontro confronto con caregiver e popolazione” al seguente link del nostro canale You Tube https://youtu.be/zeW6us9cOJE